sophieintroHello,
I am Nathalie, the author of Sophie the Parisian's. But who is Sophie? She is a Parisian woman from head to toe. She knows Paris and its art de vivre like the back of her hand. She can talk and talk about Paris and the Parisian life and culture for hours: elegance, gastronomy, fashion, education, seduction, and personality of the so-called perfect Parisian woman.

Read more

Buongiorno,
Sono Nathalie, l'autrice di Sophie la Parigina. Ma chi è Sophie? E' una parigina dalla testa ai piedi e conosce Parigi e la sua art-de-vivre come le proprie tasche. Può comunicare e parlare per ore di Parigi, della vita e della cultura parigine, sa tutto dell’eleganza, della gastronomia, della moda, dell’educazione, della seduzione e della personalità di queste parigine da molti ritenute perfette... Attraverso questo sito e i suoi libri, Sophie svela ...

Scopri di più

Il primo assaggio avviene sempre con gli occhi: la sensazione visiva di un piatto è importante quasi quanto il suo sapore. Molti considerano l'impiattamento come la ciliegina sulla torta, una fase finale del processo di realizzazione del piatto che può essere eseguita in maniera indipendente dal sapore della ricetta, invece, è diventato centrale, come cI spiegano tre de più grande chef francese…

Dal movimentato Boulevard Saint-Germain a un certo punto entri nelle viuzze del 6e, perché è lì che la vita parigina allegramente pulsa con mille gallerie d'arte, librerie, musica e bistrot, almeno in estate. Poi, il silenzio…

She is genial, discrete and paradoxale… "I once said that I'm anti-consumerist, and that goes against the work I do. It caused a scandal: 'Who is she to think that? She is going against her clientele.' But I do fashion because I'm happy when somebody gets joy from a new garment. There is a magic side to this"…

Valérie Espinasse è la coach sia delle attrici di grido, che dei personaggi televisivi, che degli sportivi di alto livello, ma segue anche persone non necessariamente famose. Ecco che ci spiega cosa vuol dire mangiare bene. “Vuol dire mangiare in modo da sentirmi in buona salute. La cosa prioritaria è la salute. Il che non esclude il piacere, il fatto di mettermi ai fornelli. Non è un qualcosa di restrittivo, né di triste, mangio bene, ma la mia alimentazione deve fare in modo che io stia in buona salute”…

Nata a Milano, Barbara Albasio è sbarcata a Parigi trent’anni fa per motivi di studio... Oggi è una parigina a tutti gli effetti, una combinazione perfetta di eleganza, di bohème e di naturalezza. Una donna svelta e raffinata che passa in un attimo, scoppiando allegramente a ridere, dalla serietà alla leggerezza. Insomma, una parigina modello! Appassionata dell’art-de-vivre alla francese, la Ville Lumière continua ad affascinarla e ad infonderle ogni giorno un’energia nuova. Adoro il modo con cui descrive la sua “storia d’amore” con Parigi…

A romantic diner is sometimes more complicated than a big party for thirty! Parisians have the well-earned reputation of being masters in the art! Although we can’t promise that you’ll win his heart, several tips will help you create a seductive environment. The question is: how to prepare a meal that doesn’t simply arouse the taste buds? Answer: decor, menu, ambiance, everything is important.

Massimo Nava divide la sua vita tra Milano e Parigi e nessuno meglio di lui ci potrebbe parlare della Parigi di oggi… Editorialista del “Corriere della Sera” da Parigi, Massimo Nava è stato inviato internazionale e corrispondente di guerra e autore di numerosi saggi. Dal 2009 ci offre quasi ogni anno un magnifico romanzo. Dopo il successo di Infinito amore, la passione segreta di Napoleone, Massimo ci offre un giallo appassionante: Il mercante di quadri scomparsi, appena uscito in Francia sotto il titolo Le nu au coussin bleu. Massimo, ci potrebbe parlare della Parigi di oggi? …

A Paris, nous ne portons pas notre jeans pour faire du jardinnage, à moins que ce soit du jardinage mondain ou dans les jardins du palais de Versailles, mais plus dans un cadre « chic en ville » ou « élégant sexy”. En fait, nous portons non stop dans la Ville Lumière cette pièce maitresse de notre garde robe, du matin au soir, d’un déjeuner entre copines chez Ralph, le restaurant du couturier boulevard Saint Germain, à un vernissage dans le Marais ou sur notre bicyclette dans les rues de Paris…

Chi l’avrebbe creduto? Eh, sì… il succo di verdure e di frutta “estratto” a freddo (cioè estratto lentamente senza il calore creato dalla velocità di una centrifuga o di un classico spremifrutta elettrico) è diventato il nuovo antipasto vitaminizzato delle parigine nei locali di moda…

«Mi piacerebbe che, tra cento anni, si studiassero i miei vestiti, i miei disegni»: ecco quello che, nel 1992, diceva il grande stilista Yves Saint Laurent. Non aveva alcun dubbio che nel 2017 un museo avrebbe reso omaggio alla sua opera, proprio nel cuore della sua casa d’alta moda…

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.