sophieintroHello,
I am Nathalie, the author of Sophie the Parisian's. But who is Sophie? She is a Parisian woman from head to toe. She knows Paris and its art de vivre like the back of her hand. She can talk and talk about Paris and the Parisian life and culture for hours: elegance, gastronomy, fashion, education, seduction, and personality of the so-called perfect Parisian woman.

Read more

Buongiorno,
Sono Nathalie, l'autrice di Sophie la Parigina. Ma chi è Sophie? E' una parigina dalla testa ai piedi e conosce Parigi e la sua art-de-vivre come le proprie tasche. Può comunicare e parlare per ore di Parigi, della vita e della cultura parigine, sa tutto dell’eleganza, della gastronomia, della moda, dell’educazione, della seduzione e della personalità di queste parigine da molti ritenute perfette... Attraverso questo sito e i suoi libri, Sophie svela ...

Scopri di più

Boil mineral water for 10 minutes with sugar, add the Chinese green gunpowder tea, allow to boil for 2 minutes, then add a bouquet of mint. Remove from the flame and allow to seep for 5 minutes. Drink with pine nuts.

Come in un quadro di Pierre Soulages (noto come “il pittore nero” per la tonalità che predilige nelle sue opere), le tavole di Parigi si vestono di specialità e di alimenti neri come il carbone. Un effetto cromatico assicurato e veramente chic naturalmente, in perfetta sintonia con il tubino nero che indossano! Le parigine sono talmente sedotte dal nero, che dal nero è nata una grande quantità di ricette. Ecco la mia ricetta dei macaron al nero di seppia…

Un bel jeans merita, e soprattutto richiede, una cura e un mantenimento particolari. Ecco i consigli da Monsieur, la rivista maschile più antica del mondo (lanciata in Francia nel 1920 da Jacques Hébertot e Paul Poiret, riflette un “Art de Vivre all’insegna dell’Eleganza”, sempre fedele ai propri tempi). Ma, per prima cosa, un po’ di cultura jeans…

Why are Parisians so often seen sitting on a café terrace with a glass of Perrier and a slice of lemon, or going to the office with a big bottle of spring water sticking out of their bag? And at home, infusions and teas, whether or not for detox, feature prominently!

Il nero è un colore dalle mille potenzialità… dicono le parigine, facendo un assaggino di lenticchie nere beluga condite con un filo di aceto balsamico, e accompagnate da un vino “extra nero” di Cahors… il tutto, naturalmente, in perfetta sintonia con il tubino nero che indossano! Le parigine sono talmente sedotte dal nero, che dal nero è nata una grande quantità di ricette.

The charm of Parisians is as unmistakable as it is indecipherable ... Now a book explains their secret to us “ Sophie the Parisian, style tips from a true parisian Woman" (Rizzoli). "We don't look at the appearance," says the writer Nathalie Peigney. "What matters are self-esteem and savoir vivre". By Virginia Ricci for Io Donna magazine.

Nel XVI secolo Parigi torna a giocare un ruolo di primo piano, quando Francesco I ristabilisce la sua residenza nella capitale, mentre la corte si sposta – a seconda delle stagioni – nei castelli reali. Fa demolire il vecchio Louvre, per trasformarlo in palais de la Renaissance, e inizia a costruire la chiesa Saint-Eustache e l’Hôtel de Ville.

Il 18 maggio, Francesca Lorenzoni presenterà al Circolo dei Lettori a Torino, il libro «Sophie la Parigina, 103 cose da fare per essere come lei» (Rizzoli), insieme all’autrice Nathalie Peigney. Francesca Lorenzoni è una blogger e scrittrice che racconta, in rete e con un libro, le signore di mezza età. Le ho fatto qualche domanda che interesserà sicuramente tante di noi…

Se non va di corsa, la parigina cerca di iniziare la giornata con una prima colazione “piacere”, preparata a regola d’arte. È così divertente e soprattutto salutare iniziare la giornata con una prima colazione equilibrata… Se appartenete alle persone che vanno al lavoro senza fare colazione, è forse arrivato il momento di cambiare questa cattiva abitudine e di fare anche voi, della prima colazione, un momento glamour e salutista.

Per trovare le origini di Parigi, dobbiamo andare indietro nel tempo in un villaggio di pescatori celtici. La tribù dei Parisii si era insediata nel III secolo a.C. nell’île de la Cité e l’aveva fortificata chiamandola Lutetia. Nel 52 a.C. Lutetia venne conquistata da un luogotenente di Giulio Cesare. I Romani le diedero il nome di “città dei Parisii”. La città venne fortificata e cominciò ad espandersi sulla riva sinistra della Senna: ed è qui che furono edificate le terme chiamate oggi di Cluny e le arene di Lutezia.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.