Parigi realizzò allora le fortificazioni edificate da Thiers nel 1854. Con l’annessione, nel 1860,  di comuni periferici come Auteuil, le Batignolles, la Villette, Charonne, Haussmann diede vita alla suddivisione amministrativa attuale in 20 arrondissements, preoccupandosi di dividere alcuni comuni troppo facinorosi come Belleville. Questi nuovi quartieri ancora rurali allora si urbanizzarono: a popolarli vennero soprattutto gli operai, spinti ad andare via dai quartieri del centro,  a causa degli affitti saliti alle stelle…

Nel XVI secolo Parigi torna a giocare un ruolo di primo piano, quando Francesco I ristabilisce la sua residenza nella capitale, mentre la corte si sposta – a seconda delle stagioni – nei castelli reali. Fa demolire il vecchio Louvre, per trasformarlo in palais de la Renaissance, e inizia a costruire la chiesa Saint-Eustache e l’Hôtel de Ville.

Per trovare le origini di Parigi, dobbiamo andare indietro nel tempo in un villaggio di pescatori celtici. La tribù dei Parisii si era insediata nel III secolo a.C. nell’île de la Cité e l’aveva fortificata chiamandola Lutetia. Nel 52 a.C. Lutetia venne conquistata da un luogotenente di Giulio Cesare. I Romani le diedero il nome di “città dei Parisii”. La città venne fortificata e cominciò ad espandersi sulla riva sinistra della Senna: ed è qui che furono edificate le terme chiamate oggi di Cluny e le arene di Lutezia.

Parigi pullula di eventi e di divertimenti per i bambini ! Se molte sale da spettacolo propongono attività a loro dedicate (marionette, circhi, maghi, narratori o cantanti), anche i musei offrono delle belle sorprese, con grandi mostre dedicate all’infanzia. I ristoranti che si rivolgono ai bambini e che sanno accoglierli ? Ecco la mia selezione personale, menu per bambini, seggioloni, zona sosta per passeggini e carrozzine, spazio giochi per i più piccoli. Andare al ristorante con i bambini non sarà più un incubo per voi. Per una « 3 giorni » a Parigi con bambini di età dai 7 ai 12 anni, o molto più piccoli, ho trovato per voi due link veramente al top…

Il primo assaggio avviene sempre con gli occhi: la sensazione visiva di un piatto è importante quasi quanto il suo sapore. Molti considerano l'impiattamento come la ciliegina sulla torta, una fase finale del processo di realizzazione del piatto che può essere eseguita in maniera indipendente dal sapore della ricetta, invece, è diventato centrale, come cI spiegano tre de più grande chef francese…

PARIGI È UNA CHIOCCIOLA

  • Time: Friday, 02 February 2018

Provate a guardare una mappa generale di Parigi su cui sono segnati gli arrondissements, cioè i distretti amministrativi dei vari quartieri. Si parte dal 1er arrondissement, che è proprio il cuore della città, e girandogli intorno a spirale e in senso orario si completa tutta la chiocciola fino al 20ème, il ventesimo...

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.