Un vortice ondoso di golosità e vitamine… Proprio come la sua sorella maggiore salata, che diventa vellutata o minestrone a seconda dei gusti, la zuppa dolce può essere declinata all’infinito e presentarsi sotto mille aspetti, servita nella ciotola per cereali o nell’intramontabile verrina, passando per la tazza da tè trasparente. Con un pizzico di astuzia e di fantasia, sorprenderà i vostri ospiti.

Gli chef di vecchia scuola parlano soltanto di sapori autentici e di piccole delizie del terroir, prive di prodotti chimici. Ma quelli della nuova generazione cosa pensano del bio?
Philippe Mille, Alexandre Gauthier, Christophe Hay e Jerôme Chaucesse hanno 30-40 anni, alcuni di loro sono “Meilleur Ouvrier de France” o “Grand Chef de Demain” della Gault Millau, altri brillano di una stella nella Guida Michelin.

The Champagne region in northeastern France is renowned for its sparkling wines, produced according to many strict rules. Champaign is generally made from a blend of various wines (different vineyards, harvest years, grape varieties). Finding the right blend is an art, for this is what determines the taste of the champagne, and each champagne producer makes different choices…

Se sei un meneghino doc, la cotoletta alla milanese è un must da cui non puoi prescindere. È l'equivalente del foie gras poelé o del Boeuf à la Bourguignonne per un parigino nato e cresciuto a Saint-Germain-des-Prés. Il mio amico Paolo, 42 anni, dirigente d'azienda trasferito a Parigi da Milano è felice come una Pasqua, ma…

This small cake with incredible flavors and colors, crunchy on the outside and soft on the inside, has been the rage in Paris, almost as long as the Eiffel Tower! There isn’t a pastry chef or caterer who doesn’t have his own special recipe… Macaroons are created like vintage wines. The success has been phenomenal and is already part of the French gastronomy heritage…

Ho conosciuto la Bonnotte a Parigi, una sera di maggio, in un famoso caffè di Saint-Germain-des-Prés. La Parigi che conta era riunita lì per celebrare l’arrivo del famoso tubero nella capitale e per degustarlo, “noblesse oblige”, rivestito da una semplice ostrica, anch’essa appena sbarcata da Noirmoutier, sua isola natia. Il mio amico Alexandre Couillon (chef 2 stelle de La Marine a Noirmoutier) mi ha datto una delle sue ricette di stagione, una favola di sapore…

Vegetarian Gazpacho

Don't expect to find strictly French food in Paris! Like any big city, Paris is home to a vibrant mix of international cuisines and Parisian girls love to discover original or creative recipes as this funny and healthy Yellow Gazpacho recipes with sunny yellow tomatoes! The difference in color between red and yellow tomatoes is not just superficial…

Sotto forma di purè, al gratin, saltata in padella, bollita, la patata è molto apprezzata dai palati raffinati dei francesi, che esigono soprattutto la qualità. Ho conosciuto la Bonnotte a Parigi, una sera di maggio, in un famoso caffè di Saint-Germain-des-Prés. La Parigi che conta era riunita lì per celebrare l’arrivo del famoso tubero nella capitale e per degustarlo, “noblesse oblige”, rivestito da una semplice ostrica, anch’essa appena sbarcata da Noirmoutier, sua isola natia.

L’hachis Parmentier è un piatto al gratin a base di purè di patate e di macinato di carne di manzo. Questo piatto tradizionale francese sarebbe nato a Parigi, e la tradizione vuole che il suo nome sia dovuto al farmacista Antoine Parmentier, che lo propose a Luigi XVI, nella convinzione che il tubero, ossia la patata, sarebbe stato un rimedio efficace contro la carestia. Quando ero bambina, questo piatto non mi piaceva per niente, perché in un “hachis” [macinato] (termine che si richiama al fatto che gli ingredienti sono macinati), non riuscivo a vedere bene cosa stavo mangiando… Oggi, invece, come molte delle mie amiche parigine, adoro questo piatto, che del resto ha ritrovato le sue patenti nobiliari nelle numerose birrerie della capitale che lo propongono. Ecco la mia ricetta.

Le Parigine non disdegnano i grassi, ma ne assumono in quantità giuste, orientandosi verso i grassi “buoni”, come l’olio di oliva nelle insalate, i semi di lino e… l’avocado. Lo sapete cosa ha fatto la mia amica Lou, che non riusciva a far mangiare l’avocado ai suoi bambini, Emma e Firmin? Ecco che si è inventata una ricetta superfacile e fantastica di mousse di cioccolato fondante all’avocado! Anche le mie amiche vegetariane non sanno resistere!

Ah, le “quenelles”, la adoriamo a Parigi! Tipiche della cucita tradizionale lionese, hanno a poco a poco invaso il menu delle brasseries (birrerie) parigine. Come capita a molte parigine, una parte della mia famiglia non è da Parigi. Con una nonna di Lione, le “quenelles” appartenevano al patrimonio gastronomico di famiglia. E, visto che era il mio piatto francese preferito, mia madre le preparava regolarmente in occasione del mio compleanno. Ecco la mia ricetta che, devo dire, piace molto ai miei amici americani e italiani.

Come in un quadro di Pierre Soulages (noto come “il pittore nero” per la tonalità che predilige nelle sue opere), le tavole di Parigi si vestono di specialità e di alimenti neri come il carbone. Un effetto cromatico assicurato e veramente chic naturalmente, in perfetta sintonia con il tubino nero che indossano! Le parigine sono talmente sedotte dal nero, che dal nero è nata una grande quantità di ricette. Ecco la mia ricetta dei macaron al nero di seppia…

Il nero è un colore dalle mille potenzialità… dicono le parigine, facendo un assaggino di lenticchie nere beluga condite con un filo di aceto balsamico, e accompagnate da un vino “extra nero” di Cahors… il tutto, naturalmente, in perfetta sintonia con il tubino nero che indossano! Le parigine sono talmente sedotte dal nero, che dal nero è nata una grande quantità di ricette.

In Paris we love Italian cooking.  But we love to adapt it in a less traditional way making it minimalist, trendy or personal home made with a touch of “my grand’ma best recipes”. In other way we are very good in creating fusion cooking with the dishes of our Italian neighbours which we’re quite happy to make part of our Parisian heritage. From Tiramisu to spaghetti bolognese to special risotto, not a dishe that we try to adopt & adapt…

Conseguenza di una ricerca di stili salutari di vita e di un’alimentazione di qualità, ma anche come fuga da una certa massificazione del gusto. Rispondete a queste domande per diventare imbattibili sui vini bio e ricevere in omaggio la t-shirt di Sophie la Parigina…

Una zuppetta da servire come “stuzzichino” per stimolare l’appetito prima della cena. Una ricetta di stagione golosa ma sana nel puro stile bistrot di Parigi! J'adore...

Ora che l’”etichettatura corretta” è supertrendy, la viticoltura bio sta conoscendo un notevole sviluppo da  10 anni… Quanto più conoscerete il vino e il suo universo, tanto più lo saprete degustare e condividere…

Sul menu di molti ristoranti parigini spicca uno dei piatti più famosi della cucina francese: i Tournedos Rossini. Si tratta di un classico che non potete assolutamente perdere…

Apprezzate il buon vino, ma non sapete distinguere un Bordeaux da un Côte du Rhône? Niente panico, siamo qui per darvi un aiutino… Il prezzo è un criterio essenziale per assicurarsi un vino di qualità? Che cos’è un vino bio? E soprattutto, come acquistare un vino senza fare errori? Ecco qualche consiglio…

Da bambini, lo aspettiamo con grande impazienza; da adulti, lo ritroviamo con gioia, ad accompagnare un buon arrosto o un cosciotto di agnello. Il purè è un piatto saporito, economico e semplice da preparare. Ma è anche un piatto conviviale che piace a tutti. Molte persone, però, non osano lanciarsi nella preparazione di un purè casalingo, per paura di non farcela. Allora ho chiesto per voi a tre chef stellati il loro segreto per potercela fare. Quanto a me, oltre il purè, mi piace moltissimo preparare una “schiacciata” di patate che mi ricorda le vacanze da mia nonna nel sud della Francia. Lei la condiva generosamente di olio, ben contenta che tutti i suoi nipotini di Parigi andassero matti per la sua interpretazione provenzale del purè di patate. Io, personalmente, la preparo con le patate Pompadour, che adoro, ma a voi basterà trovare delle patate locali di buona qualità, vi propongo in fondo la ricetta.

La cottura della carne dipende dal risultato che vogliamo ottenere. Alcune carni, come il filetto di bue o gli arrosti, devono essere cotte in modo aggressivo (le fibre si cicatrizzano, trattenendo in tal modo gli zuccheri), con un risultato di un maggiore effetto nutritivo e di gusto; altre carni come i muscoli, il guanciale e la pancetta, richiedono una cottura lenta, a temperatura moderata, perché la carne risulti più morbida…

 

Dopo centotrenta anni di vita, l’azienda Paul, uno dei più grandi marchi della panificazione francese, è una vera ambasciatrice dell’Art de vivre alla francese. Presente in più di 33 Paesi, Paul rappresenta l’amore per il lavoro ben fatto, la gioia di offrire ogni giorno dei prodotti di qualità e di accogliere la clientela in una cornice unica e tipicamente francese. Il concetto di PAUL: pane fresco, di vari tipi e di grandissima qualità…

Edoardo VII era un fan delle crêpes, Enrico IV ha lanciato la moda della “poule au pot” (gallina in brodo), la crema Chantilly ha festeggiato 400 anni… Tutte queste storie fanno parte del patrimonio culinario francese, e conoscerle significa dare la pennellata finale all’identità del piatto, allo stesso titolo della sua zona di origine e dei suoi sapori.

Mia cugina Eliette fa i migliori Financiers che io abbia mai mangiato. Facilissimi e ultrarapidi da preparare, i Financiers sono perfetti per accompagnare il caffè, e anche per utilizzare gli albumi delle uova. Hanno una consistenza umida e leggera, j’adore ! Io ne ho appena fatta una bella scatola piena che mi porterò in viaggio giusto per passare qualche ora con una buona scorta di dolcezza. Eliette, mi ha raccontato la storia di questo dolcetto e mi ha anche regalato la sua ricetta….

Among the most brilliant chefs of his generation, Jean-François Piège received his love of good food and his culinary passion from his family. After working in the kitchens of the Elysée, he joined the restaurants of Hôtel Vernet, then the Louis XV, Plazza Athénée with Alain Ducasse and Hôtel Crillon. Today, Paris is ranting about him, he’s constantly on television and he’s at Thoumieux, the famous Parisian brasserie he bought two years ago.

Se viene composto con un certo criterio, il tagliere dei formaggi lascerà un ricordo indelebile nei fortunati gourmet che avranno partecipato al convivio. Non serve assolutamente proporre ai vostri ospiti una quantità esagerata di formaggi. Ne bastano pochi, tre o quattro, per far piacere agli invitati e soddisfarne il gusto…

Daniel Boulud is one of the Michelin-stared French chefs. He proudly represents France abroad. He mainly exercises his art in New York where he has several restaurants, including the gastronomic “Daniel”: a magnificent homage to great French cuisine. In the décor of the historic Mayfair hotel, his table draws all Manhattan high society…

«Sì, è vero, esiste il piatto, ma esiste anche il momento che ci dona il nutrimento. Il piatto nutre molto facilmente lo stomaco, ma il luogo in cui mangiamo, le persone con cui mangiamo, il momento dello scambio, è proprio questo l’istante in cui a nutrirsi è la testa…

In France, serving wine is not simply a question of pouring a liquid into a glass. It’s a sign of refinement and breeding that takes savoir-faire. To a certain degree, it’s ceremonial, especially in Paris…

La parigine è esile, ed è molto attenta alla propria salute, e comunque… è golosa e non si priva delle gioie della tavola, l’unica cosa  è che si alimenta con moderazione. Comunque sia, oggi la pasticceria tradizionale vive il suo momento d’oro, protagonisti  soprattutto i bignè alla  crema di una volta… Tra le pasticcerie specializzate in questa mini-ghiottoneria, la mitica Popelini: ecco qui di seguito la sua storia fuori del comune…

Don't expect to find strictly French food in Paris! Like any big city, Paris is home to a vibrant mix of international cuisines and Parisian girls love to discover original or creative recipes as this funny and healthy Yellow Gazpacho recipes with sunny yellow tomatoes! The difference in color between red and yellow tomatoes is not just superficial…

Il primo assaggio avviene sempre con gli occhi: la sensazione visiva di un piatto è importante quasi quanto il suo sapore. Molti considerano l'impiattamento come la ciliegina sulla torta, una fase finale del processo di realizzazione del piatto che può essere eseguita in maniera indipendente dal sapore della ricetta, invece, è diventato centrale, come cI spiegano tre de più grande chef francese…

From early childhood on, our parents tried to instill the importance of vegetables as they’re full of vitamins, minerals, antioxidants and help us stay slim and in shape… In short, not always very amusing. However, the Parisian is able to render things trendy and chic, even vegetables! Here’s one of my favorite recipes that my friends in Paris are fighting over right now:

Il Mille-feuille, il Paris-Brest, il Macaron, l’Opéra… quanti dolci da assaggiare a Parigi! Città golosa, piena di ricette deliziose, Parigi racchiude in sé dei tesori capaci di solleticare le papille gustative! Chouquettes, Financiers  e altri Macarons danno vita a un panorama di delizie, che non si possono non assaggiare…

The two french sisters Tatin lived in a small rural town in the Loire Valley of France. The elder sister, Stéphanie was a particularly fine cook, her specialty was an apple tart served perfectly crusty, caramelized and which melted in the mouth. One day during she placed her tart in the oven the wrong way round… The pastry and apples were upside-down but, nevertheless, she served this strange dessert without giving it time to cool. The French call this dessert tarte des demoiselles Tatin…

The kitchen is a fascinating place for young children. Even older they might be intrigued by how baked goods and meals come together. French moms appreciate cooking with the kids when possible, during holidays or Wednesday afternoon. Preparing a traditional quiche Lorraine with your children, will seem like fun to them…

Mai sentito parlare del Kir ? Godetevi una pausa nella vostra passeggiata per i boulevard di Parigi e prendete posto a un tavolino della terrasse di un bar. Il cameriere, sempre inappuntabile con il suo lungo grembiule stretto in vita, come tutti coloro che servono nei bar e nei ristoranti francesi, vi darà il benvenuto e vi chiederà che cosa può servirvi…

It is the turn of the master pastry and cake maker Sadaharu Aoki to tell us about his love story with the French capital and his profession – part gourmet delight and part work of art.

My friend Nick, from New-York asked me about French Oysters… I could talk for hours about this, but lets do shortly. First of all, my point of view is: if many countries produce lots of wonderful oysters, no country in the world can offer a more complete oyster experience than France! Getting a French oyster in France means that it is served up along with a boat load of savoir vivre, backed by lots of cultivation savoir faire and national pride, all in a setting of immense cultural wealth. Regardless of how the service might be… no doubt ever exists in the mind of the French person serving you that you should feel privileged to be served the finest oysters in the world…

Watercress is good for you and French watercress soup is absolutely delicious. Watercress is considered a highly nutritious food that can effectively reinforce the vitamin and mineral content of your diet. A 75-gram serving (around 3oz) contributes 50% of the daily recommended intake of vitamins C and B9, 100% of  provitamin A , 15 % of calcium, 13 to 23 % of iron, and 5% of magnesium.

Going gluten free is the new eating trend that’s a hot topic in Parisian conversations. It started as a diet for people with gluten sensitivity; now it’s a roaring success in all circles. People who have eliminated wheat, rye, barley and oats from their dinner plate claim they've never looked back, with better digestion, more energy, and disappearing pounds…

A a few days before the publication of the 2015 Michelin Guide and its eagerly awaited list of starred restaurants, the magazine Le Chef published its list of the world’s top 100 chefs. The rankings were established by 512 international chefs, with 2 or 3 stars in the Michelin Guide. Each of these chefs selected 5 of their peers who, in their eyes, best embody the values of gastronomy, whose cuisine is a must and where it is essential to have eaten.

Did you know that in France we eat more than 55lb of cheese a year‽ With well over 1,000 varieties, there is little doubt that France is the world leader in Cheese! Whether you prefer your cheese fresh, pasteurized, sharp or mild, we have a cheese for every taste. We just love cheese! In fact, 96% of us eat cheese regularly. Everyone agrees that visiting France without tasting French cheeses would be a sacrilege, I agree…

Long candy, square candy, round candy… the Parisians love all sorts of bonbons. For some of us candy is a treat, for others, an indulgence. The French have had a sweet tooth for over 2,000 years! French confectionary comes in all shapes and sizes, depending on our tastes and mood. Les bonbons, c’est si bon! Even if we know very well that sugar is not so “bon” for health! That’s what candy means to us! And you?

The Champagne region in northeastern France is renowned for its sparkling wines, produced according to many strict rules. Champaign is generally made from a blend of various wines (different vineyards, harvest years, grape varieties). Finding the right blend is an art, for this is what determines the taste of the champagne, and each champagne producer makes different choices…

In France, at Christmas we eat a lot of goose or duck “Foie gras”, a popular and well-known delicacy in our French cuisine. Foie gras is usually prepared into mousse, parfait or pâté. For those that do not eat goose or duck Foie gras, I propose an alternative, a diet and tasty mousse of trout, almost the same aspect for a delicate appetizer… My favorite Mom’ Christmas recipes…

French Soupe à l'oignon is a delicious soup for wintertime usually served as a starter. Even if it is so Parisian, Parisian’s find it heavy and today eat it very few. But all of us do order a time a year a Soup à l’oignon, when comes out a strong envy of tradition and diet exception! This is my grand’ma French Onion Soup recipe, once you try it you'll never try another. It culminates in a rich-tasting soup with melt-in-your-mouth onions.

Centuries in the making, the reputation of Burgundy and its wines reaches every corner of the world. Here’s a Burgundy quiz for you: once you’ve answered these ten questions, you’ll be in a class of your own when it comes to knowledge of Burgundy wines and people will clamour to join in your fascinating company! But above all if will heighten the pleasure you receive from tasting and sharing a fine bottle of Burgundy. The better you know these wines and all that surrounds them, the more you’ll be able to enjoy and talk about them…

A baguette please! Just say these few magic words and in an instant you will have fragrant bread under your arm and the guarantee of flavor and aroma that are renewed daily. Although the first mention of bread in the Bible dates from 1800 BC, it was not until the 1930s that the baguette was invented and immediately became part of French daily life. At first it was considered ephemeral when compared to the coarse, rustic bread whose abundant loaf allowed to stay fresh for several days without the need to return to the baker, the baguette, a gourmet bread, quickly became a real bakery star, the symbol of France abroad and a cornerstone of French heritage like the Arc de Triomphe or the Eiffel Tower…

A beautiflul and trendy deep-orange color for this rich and hearty soup of red lentils! Do you know that lentils contain dietary fiber, folate, vitamin B and minerals? Health magazine has selected lentils as one of the five healthiest foods. Lentils are a good source of iron, having over half of a person's daily iron allowance in a one cup serving. See our Halloween soup recipe...

Paris: The Macaroon craze

This small cake with incredible flavors and colors, crunchy on the outside and soft on the inside, has been the rage in Paris, almost as long as the Eiffel Tower! There isn’t a pastry chef or caterer who doesn’t have his own special recipe… Macaroons are created like vintage wines. The success has been phenomenal and is already part of the French gastronomy heritage…

What pears? Beurré Hardy, Comice, Conférence, Louis Bonne, Douillard or Alexandrine
The French love pears. They’re tasty, refined and a natural form of medicine that also fights skin ageing. Moreover, they contain 84% water, ideal for diets. In addition, the high calcium content in the pear makes it one of the most recommended fruits for children and adolescents. So, just be careful not to overdo it because of the sugars!

Although Parisians love zucchini gratins, mashes and ratatouilles, the trend is for carpaccio in all of its forms. This is also true for zucchini, an ideal dish for friends before going shopping on avenue Montaigne. To go with a bottle… of water, of course! Recommendation: avoid adding the sugar for a healthy attitude.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.