FERRANDI PARIS: LA SCUOLA DELL’ECCELLENZA E DEL “SAVOIR-FAIRE”

Creata nel 1920, la scuola Ferrandi Paris propone una formazione professionale unica nel suo genere, che prepara ai mestieri della gastronomia e dell’hospitality management più di 2.300 allievi provenienti da ogni parte del mondo. Diplomati destinati a brillanti carriere in strutture rinomate, o a capo della propria impresa. Ecco un profilo della scuola di cui tutti parlano.


FERRANDI2

Una pedagogia di eccellenza

Per Bruno de Monte, il direttore di Ferrandi, «la sfida quotidiana è quella di trasmettere l’eccellenza nei mestieri che richiedono competenze manageriali e tecniche, conoscenze e “savoir- faire”, sviluppando comunque la creatività di ognuno».
Di conseguenza, Ferrandi Paris propone a tutti i suoi allievi la stessa filosofia: quella del lavoro e del rigore, quali passaggi obbligati per raggiungere questa eccellenza. Padronanza del gesto, pratica in situazioni reali, acquisizione delle competenze manageriali, esortazione alla creatività… Una pedagogia che consente di accedere a una competenza unica nel suo genere, che conduce i diplomati verso carriere piene e multiformi, che vanno dalla bistronomia ai ristoranti stellati, in Francia e all’estero.

FERRANDI3Per portare a buon fine il proprio progetto pedagogico, Ferrandi Paris fa assegnamento su un corpo docente d’eccezione, composto da 80 ex-professionisti esperti, formati nelle strutture più prestigiose e laureati nei più importanti concorsi culinari. Formati alla pedagogia, questi insegnanti costituiscono per gli allievi un punto di forza in più, proprio come gli chef stellati e i dirigenti delle più importanti strutture mondiali, associati sistematicamente alle formazioni.
Grazie alla scoperta dei prodotti o delle tecniche di altri Paesi, delle modalità di management praticate a livello internazionale, i nostri allievi si aprono al mondo nel quadro del programma Erasmus (a cui si conformano i nostri diplomi). Una parte cospicua dei  nostri promossi parte per fare stage a livello internazionale, poggiandosi sulle nostre aziende partner e sulla rete degli ex-allievi.

FERRANDI4Il mestiere del cuoco

Il mestiere del cuoco fa sognare. È un mestiere in cui convergono la creatività e il piacere sensoriale, come pure le tradizioni del patrimonio culinario. Un forte contributo a questo mestiere è dato anche dalla grande mediatizzazione degli chef stellati e dal loro successo in campo mondiale. Per raggiungere questo livello si richiede molto lavoro e delle qualità. Bisogna conoscere bene tutte le tecniche di preparazione dei piatti, essere padroni delle regole dell’igiene alimentare, affinare la propria sensibilità gustativa… Per arrivare a questo, è indispensabile fare le proprie esperienze di studio sul campo, e passare attraverso FERRANDI5tutti i livelli che tale addestramento richiede: commis di cucina, capopartita e infine capocuoco.

Il settore alberghiero-ristorazione

Il settore alberghiero-ristorazione è al 5° posto in Francia come “datore di lavoro”, con 850.000 attivi e 180.000 aziende. La ristorazione occupa la parte più importante del settore, con il 60% delle aziende e dei posti lavoro. Riunisce i ristoranti tradizionali, quelli gastronomici, quelli di collettività (scuole, case di riposo, grandi imprese, club vacanze, crociere…), quelli di catene alberghiere, e la nuova ristorazione. È un settore in continua evoluzione, che sa adattarsi e innovarsi per seguire i gusti della clientela e le nuove tecniche.

FERRANDI6

Il mestiere di fornaio artigianale

Pani di ogni tipo, dolci da forno, ma anche prodotti di pasticceria e prodotti salati hanno arricchito il quotidiano del fornaio. I clienti esigono novità e si rivolgono sempre più al fornaio per la loro pausa pranzo. Questo mestiere richiede una buona forza fisica, una sensibilità culinaria, disponibilità e un forte senso dell’igiene.
Ma a tutte queste condizioni, bisogna aggiungere un’ottima tecnicità (conoscenza delle materie prime e delle tecniche di impasto e lievitazione), un forte senso per il commercio e un ottimo senso organizzativo e gestionale. Oggi, grazie ad attrezzature sempre più performanti, il fornaio riesce ad avere degli orari meno stressanti e dei compiti meno pesanti. Comunque continua, malgrado tutto, ad alzarsi presto e a lavorare nei week-end e nei giorni festivi.

Read 1351 times
Béatrice - Cooking

Bonjour, my name is Béatrice. Thanks to my grandmother, I developed a love of cooking in early childhood. At her, everything smelled of apple brioche, rhubarb jam and fresh country produces. It’s not always easy to cook in Paris as the number of invitations exceeds the days of the week! So, it’s really necessary to think out the menu in order to have a successful diner at home. The wining recipe: gourmet, seasonal and dietetic dishes. And surprising presentations. No longer possible to serve the traditional Blanquette of veal to make your guests happy…

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

carita-orizzontale    vancleef-orizzontale
     

ORDER THE BOOK NOW

libro-rizzolilibro-rizzoli
.

Edizione Italiana

Edita da RIZZOLI, Sophie la Parigina è una guida di stile moderna su PARIGI. Illustrata dai disegni di Alessandra Ceriani, completata da un elenco degli indirizzi preferiti dalla parigina e arricchita di ricette gastronomiche.

 

English Edition

Published by RIZZOLI New York, Sophie the Parisian'sis a modern life style guide about PARIS. Illustrated with color drawings, complemented by a list of Parisians' favorite locations and enriched with gastronomic recipes.

 
By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.