In France, serving wine is not simply a question of pouring a liquid into a glass. It’s a sign of refinement and breeding that takes savoir-faire. To a certain degree, it’s ceremonial, especially in Paris…

«Il mio Champagne preferito è il Louis Roederer Cristal ». La persona che mi ha invitato a bere un calice di champagne a La Societé, a Saint-Germain-de-Prés, mi guarda quasi in imbarazzo, non si aspettava che rispondessi con tanta precisone alla sua domanda sulle mie preferenze in fatto di champagne. Mi rendo conto di avere fatto una gaffe, perché proprio in quel momento una bellissima ragazza ci sta già servendo due calici di uno champagne che non è certo il Louis Roederer Cristal…

The Champagne region in northeastern France is renowned for its sparkling wines, produced according to many strict rules. Champaign is generally made from a blend of various wines (different vineyards, harvest years, grape varieties). Finding the right blend is an art, for this is what determines the taste of the champagne, and each champagne producer makes different choices…

For example, a fine champagne may contain Chardonnays from Côte des Blancs or Sézannais vineyards, pinots noir from Montagne de Reims vineyards, or Côte des Bar and Meuniers from the Marne Valley or Massif de St-Thierry.

A great many people think that winter is synonymous with melancholy. The season ends the euphoria and softness of autumn and gives way to grey skies and somber landscapes. However, the Parisian sees things in a different light: she equates winter with the return of wonderful Parisian evenings, elegant vernissages and Beaujolais launchings. Whether on Avenue Montaigne, the top of the Eiffel Tower or in Montmartre, there’s no lack of wine-tasting evenings… This year, Beaujolais will be available on Thursday , November 15. Where should I take Caroline, my epicurean, fashion-conscious fiancée?

Chef sommelier dell’albergo Mandarin Oriental di Parigi, farà di tutto per vincere il concorso del Migliore Sommelier del mondo, di Anversa, in Belgio, nel 2019. Ecco i consigli di uno degli esperti più rinomati in Francia, per trovare un equilibrio fra un vino e un piatto.

Conseguenza di una ricerca di stili salutari di vita e di un’alimentazione di qualità, ma anche come fuga da una certa massificazione del gusto. Rispondete a queste domande per diventare imbattibili sui vini bio e ricevere in omaggio la t-shirt di Sophie la Parigina…

Ora che l’”etichettatura corretta” è supertrendy, la viticoltura bio sta conoscendo un notevole sviluppo da  10 anni… Quanto più conoscerete il vino e il suo universo, tanto più lo saprete degustare e condividere…

Apprezzate il buon vino, ma non sapete distinguere un Bordeaux da un Côte du Rhône? Niente panico, siamo qui per darvi un aiutino… Il prezzo è un criterio essenziale per assicurarsi un vino di qualità? Che cos’è un vino bio? E soprattutto, come acquistare un vino senza fare errori? Ecco qualche consiglio…

Mai sentito parlare del Kir ? Godetevi una pausa nella vostra passeggiata per i boulevard di Parigi e prendete posto a un tavolino della terrasse di un bar. Il cameriere, sempre inappuntabile con il suo lungo grembiule stretto in vita, come tutti coloro che servono nei bar e nei ristoranti francesi, vi darà il benvenuto e vi chiederà che cosa può servirvi…

Centuries in the making, the reputation of Burgundy and its wines reaches every corner of the world. Here’s a Burgundy quiz for you: once you’ve answered these ten questions, you’ll be in a class of your own when it comes to knowledge of Burgundy wines and people will clamour to join in your fascinating company! But above all if will heighten the pleasure you receive from tasting and sharing a fine bottle of Burgundy. The better you know these wines and all that surrounds them, the more you’ll be able to enjoy and talk about them…

carita-orizzontale    vancleef-orizzontale
     
By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.