LA PRIMA COLAZIONE: FATELA DIVENTARE UN PASTO GLAMOUR E SALUTARE COME A PARIGI

Se non va di corsa, la parigina cerca di iniziare la giornata con una prima colazione “piacere”, preparata a regola d’arte. È così divertente e soprattutto salutare iniziare la giornata con una prima colazione equilibrata… Se appartenete alle persone che vanno al lavoro senza fare colazione, è forse arrivato il momento di cambiare questa cattiva abitudine e di fare anche voi, della prima colazione, un momento glamour e salutista.

colazione2Oltre alla soddisfazione di iniziare la giornata con un momento piacevole, la parigina vede nella prima colazione un’alleata della propria salute e del proprio benessere. Superato ormai il tempo in cui prendeva a morsi una mela recandosi al lavoro, la parigina ha finalmente capito che questo gesto non le toglieva la fame (un frutto è sì, ricco di fibre, di vitamine e di minerali, ma non è assolutamente sufficiente per una prima colazione). Facendo il pieno di energia al mattino, la parigina riesce a essere più efficiente nel gestire la sua giornata superveloce a Parigi (sembra, inoltre, che una colazione del mattino equilibrata aiuti le attività della memoria).

Allora, appena si sveglia, la parigina va in cucina (il suo nutrizionista gliel’ha detto, più aspetta a fare colazione, più rimarrà con il senso di fame) a fare una vera colazione – che più vera non si può – da 300-400 calorie, che la sazierà e le impedirà di soccombere al desiderio di spilluzzicare. Golosa ma salutista, la parigina ha infatti imparato a nutrirsi meglio, cominciando dalla prima colazione più equilibrata!
Detto ciò, Parigi non è la Francia. E un francese su cinque continua a non fare la prima colazione. Conseguenza: la maggior parte degli incidenti sul lavoro accadrebbero verso le 11 del mattino. Se si salta questo pasto, potrebbero crearsi le condizioni favorevoli per la comparsa o l’aggravarsi di malattie cardiovascolari o del diabete.

Info nutrizionali:

La colazione del mattino deve rappresentare almeno il 20% del fabbisogno energetico quotidiano. Deve essere abbondante ed equilibrata quanto basta, deve contenere zuccheri ad assorbimento lento, fibre e vitamine, senza dimenticare i liquidi (succhi di frutta fresca, caffè, tè, acqua).

colazione3Gli errori da non commettere:

• Non mangiare abbastanza materie grasse (un pasto senza grassi vi può lasciare con il senso di fame neanche un’ora dopo). Trucchetti per un supplemento di materie grasse: prendete al mattino uno yogurt, sì, ma non 0% grassi, optate per uno yogurt “light a basso contenuto di grassi”. Aggiungetevi delle noci per tenere lontano il senso di fame. Ne basta comunque una piccola quantità.

• Non mangiare abbastanza proteine (si digeriscono più lentamente dei glucidi, quindi se le quantità di proteine ingerite sono scarse, vi verrà fame troppo presto). Trucchetti per un supplemento di proteine: aggiungete alla prima colazione un uovo sodo, oppure un toast di pancarrè integrale, spalmato di abbondante burro di arachidi o di mandorle.

• Mangiare troppo poche fibre (quanto più zucchero contengono i cereali che mangiate al mattino, tanto più rapidamente le fibre vengono digerite, tanta più fame avrete). Al contrario, una quantità maggiore di fibre vi sazierà più a lungo). Trucchetti per un supplemento di fibre: aggiungete dei semi di chia o di lino (ci dovrebbero essere sempre almeno 5 grammi di fibre, e più fibre che zucchero).

colazione4Ricetta di verrina “mattutina”:

Versate in un grande calice a stelo in vetro, disponendoli a strati alternati, i seguenti ingredienti: yogurt naturale, fettine di frutta e polpa di frutto della passione (e di melagrana), poi spolverizzate il tutto di muesli grigliato o di gherigli di noce tritati.

Trucchetti “mattutini”:

• Per mantenere più a lungo il pane morbido e fresco: avvolgerlo in un canovaccio (se viene conservato in una busta di plastica, il pane tenderà a diventare gommoso e meno saporito).

• Per evitare che il burro si indurisca troppo, riempite una ciotola di acqua e immergetevi il panetto di burro, avvolto nella sua carta di confezione originale. Mettete il tutto nella parte meno fredda del frigorifero.

• Per evitare che il latte si attacchi al fondo della pentola: prima di versare il latte, sciacquate la pentola con acqua fredda, senza asciugarla.

• Per evitare che le uova alla coque si rompano quando le tuffate nell’acqua bollente: adagiate le uova nell’incavo di un cucchiaio, e passatele più volte in un po’di acqua calda, prima di depositarle delicatamente nella pentola.

Togliere le macchie della prima colazione:

• Marmellata: dopo aver tolto la marmellata, versate sulla macchia dell’acqua frizzante e lasciate agire.

• Frutti rossi: lavate la macchia con acqua, a cui avrete aggiunto un po’ di ammoniaca.

• Caffè: cospargete subito la macchia di sale, che assorbirà completamente il caffè.

• Tè: lavate al più presto con detersivo da bucato.

Foto in alta risoluzione © Nathalie Peigney per Sophie the Parisian. Piatti e posate della maison Christofle.
Foto verrine © Duduaufourneau

Cécile - Health & beauty

Bonjour, my name is Cécile. I grew up in Provence between a grandmother creating perfumes and a naturopath mother. In this healthy and close upbringing, I learned how to listen to nature and discovered that our body is undoubtedly one of the greatest human resources. I’ve been a Parisian since I began my studies as a medical journalist. I discovered another world, fast and stressful but although exciting, where nature is too often absent. I started to divulge to my friends and readers, my secrets of youth or how to take charge of their health in order to get the most out of life. 

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.