BRINDIAMO AL NUOVO ANNO CON UN KIR

Mai sentito parlare del Kir ? Godetevi una pausa nella vostra passeggiata per i boulevard di Parigi e prendete posto a un tavolino della terrasse di un bar. Il cameriere, sempre inappuntabile con il suo lungo grembiule stretto in vita, come tutti coloro che servono nei bar e nei ristoranti francesi, vi darà il benvenuto e vi chiederà che cosa può servirvi…

Se è l'ora dell'aperitivo e non avete altri desideri da esprimere, chiedete un “kir”. Sappiate che vi arriverà un calice contenente una gradevolissima bevanda di un colore tendente al violaceo. È un misto di vino, dovrebbe essere un bianco di Borgogna, che è stato versato su un fondo di crème de cassis, cioè un denso sciroppo di ribes nero. Si tratta di uno straordinario aperitivo, una vera delizia!

kir2

Se poi vi interessa un po' di storia, vi dirò che a inventare questo gustosissimo aperitivo fu un valoroso prelato francese, il canonico Félix Kir (1876-1968), che combatté valorosamente contro i nazisti, fu decorato della Légion d'Honneur e in seguito fu eletto sindaco di Digione e deputato al Parlamento francese. Appassionato dei prodotti della sua regione, la Borgogna, aveva provato a mescolare il prestigioso vino bianco Aligoté con piccole quantità del dolcissimo e saporito sciroppo di ribes, un frutto che abbonda in quella parte della Francia.
Il religioso, ogni volta che si recava a Parigi per partecipare alle sedute dell'Assemblée Nationale, non mancava di portarsi dietro alcuni boccioni di Kir da offrire ai suoi colleghi parlamentari. E poiché i parigini sono dei veri bon vivants hanno pensato di dare vita a un'alternativa al kir, sostituendo al vino bianco dello spumeggiante champagne.
Così è nato il kir royal, un vero aperitivo da re! Vi consiglio di assaggiarlo, non lo dimenticherete!

Maxime - Art & Culture

Bonjour, my name is Maxime. I obtained my name because my grandmother always took me to Maxime’s in Paris for my birthday, always in the company of her best girlfriend! When I was fourteen years old, I was already enamoured with their Parisian chatter. Now, when with friends, I know everything about the art of invisible make-up and light cocktails! The Parisian really has a very distinct character: she’s surprising and interesting. And she’s so feminine! As for invitations, it a real task: each day Paris offers new exhibitions, previews and vernissages. With a Parisian, you absolutely have to be in the right place at the right time!

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.