LA LUNA NEL CANIVEAU

Un bellissimo film del 1983, con Gérard Dépardieu e Nastassja Kinski, La lune dans le caniveau, si ispirava all'immagine dell'astro d'argento riflessa nell'acqua che scorre in un cunicolo. Se cercate la traduzione in italiano della parola caniveau, resterete delusi e non ne scoprirete mai il fascino segreto. Ma se vi trovate a Parigi in una di quelle serate con la pioggia che si alterna al sereno, aspettate che le nuvole si dileguino...

caniveau2… E se allora scorgete un chiarore, non alzate lo sguardo verso il cielo a cercare la luna: guardate in terra ai vostri piedi e la vedrete. Sì, perché a Parigi, dopo che ha piovuto, la luna si specchia nei rivoli d'acqua che, scorrendo sotto i marciapiedi, vanno verso il loro inevitabile destino: un tombino. Ognuno di quei rivoli è un caniveau.  Quelle acque piovane, che in altre città del mondo scorrono disordinatamente verso destini non sempre noti, a Parigi vengono guidate e instradate sapientemente verso i collettori nei quali spariranno. Fateci caso e vedrete che appena comincia a piovere, sotto i marciapiedi di moltissime strade, appaiono dei rotoli di stracci, come grossi asciugamani arrotolati, posti sapientemente in punti strategici per impedire che l'acqua piovana si disperda chissà dove. Gli addetti comunali alla propreté, cioè alla pulizia della città, provvedono così a guidare le acque, e i detriti che contengono, verso la rete fognaria. Ma anche la luna finirà laggiù? Niente paura, l'immagine magica dell'astro d'argento o della luce dei lampioni, resta immobile sul pavé bagnato a ricordarci che Parigi è forse la più romantica tra tutte le città del mondo.

caniveau5

 

Maxime - Art & Culture

Bonjour, my name is Maxime. I obtained my name because my grandmother always took me to Maxime’s in Paris for my birthday, always in the company of her best girlfriend! When I was fourteen years old, I was already enamoured with their Parisian chatter. Now, when with friends, I know everything about the art of invisible make-up and light cocktails! The Parisian really has a very distinct character: she’s surprising and interesting. And she’s so feminine! As for invitations, it a real task: each day Paris offers new exhibitions, previews and vernissages. With a Parisian, you absolutely have to be in the right place at the right time!

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.