Il fascino dei grandi magazzini di Parigi

Vi è mai capitato di osservare i volti dei bambini con gli occhi sgranati per la meraviglia e il nasino appiccicato alle vetrine natalizie dei Grandi Magazzini di Parigi? Vi assicuro: è uno spettacolo da non perdere! Sono decine, centinaia, di tutte le età, provenienti da ogni dove. 

LeBonMarche2

E sono tutti affascinati dalle luci, dai manichini animati, dalle ricostruzioni gioiose che i vetrinisti, veri artisti, allestiscono completando l'opera con musiche d'occasione e bagliori multicolori. Le vetrine sono fatte in apparenza per i bambini, ma in realtà l'obiettivo è un altro.

Ognuno di quei bambini è accompagnato da un genitore, da un nonno, da un adulto che, alla fine, non resiste alla tentazione di entrare in uno di quei grandi magazzini. E potete scommettere che, una volta entrato, non ne uscirà senza avere comprato qualcosa. Perché qualcosa da comprare c'è sempre, visto che in posti come quelli c'è di tutto, ma proprio di tutto, in vendita.

LeBonMarche1Da una considerazione di questo genere dev'essere nata l'idea di concentrare in un solo esercizio la vendita degli articoli più disparati. I primi a Parigi a sfruttare tale concetto sembra siano stati due fratelli, Paul e Justin Videau che nel 1838 decisero di aprire un negozio dove fosse possibile trovare articoli di vario genere, dalla biancheria di casa agli ombrelli, fino agli articoli minuti di merceria. E fu da quell'idea iniziale che qualche anno dopo, nel 1853, un certo monsieur Aristide Boucicaut decise di investire nell'attività dei due fratelli Videau per dare vita a un grande magazzino destinato ad una clientela prettamente femminile. Nel giro di pochi anni Aristide e sua moglie, una donna dotata di fiuto negli affari e di un gusto raffinato, rilevarono le quote dei loro soci e diedero vita al primo dei grandi magazzini di Parigi, il mitico Bon Marché. 

Tra le novità di questa impresa fu introdotto per la prima volta il principio del “soddisfatti o rimborsati”, la possibilità di cambiare la merce acquistata, la facoltà di poter provare in appositi camerini gli abiti senza l'obbligo di acquistarli. Una vera rivoluzione nel commercio dell'epoca, tanto da ispirare al grande scrittore Émile Zola nel 1883 la trama del suo famoso romanzo Au bonheur des Dames (Al paradiso delle signore), un vero best seller.

LeBonMarche3

Le Bon Marché, tuttora esistente nel 7° arrondissement, è senza dubbio uno dei più eleganti e più frequentati grandi magazzini di Parigi. Il suo successo indusse altri commercianti a seguirne l'esempio. Tra questi, un commerciante di Lione, certo Xavier Ruel, che già possedeva diversi negozi nel centro di Parigi, tra cui uno in Rue de Rivoli nel quartiere del Marais. Si racconta che un giorno del 1855, passando da quelle parti, l'imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, fu coinvolta in un incidente che vide i cavalli della sua carrozza imbizzarrirsi. 

Sarebbe finita male se non fosse tempestivamente e coraggiosamente intervenuto Xavier Ruel che sostava per caso davanti al proprio negozio. I cavalli furono calmati, l'imperatrice fu invitata ad entrare nel negozio per riprendersi dallo choc. E lì si trovò nel bel mezzo di articoli di moda, di abiti e accessori di marca. Grata per essere stata tratta in salvo, Eugenia volle donare una grossa cifra in denaro a monsieur Ruel con la promessa che sarebbe tornata a fare compere se il negozio fosse stato ampliato e reso degno di una regina. Nacque così il Bazar de l'Hôtel de Ville, tuttora esistente e meglio noto come BHV Marais, uno dei grandi magazzini più apprezzati di Parigi.

shutterstock 329986115

E se quelli già citati sono i più antichi di Parigi, come è possibile non parlare dei grandi magazzini di Boulevard Haussmann, primo fra tutti  Au Printemps? Nel 1865 il quartiere era poco vivibile, la rivoluzione urbanistica voluta dal prefetto Haussmann non era del tutto completata, ma due imprenditori dalla vista lunga, Jules Jaluzot et Jean-Alfred Duclos, decidono di investire proprio in quel quartiere. Esperti nel settore della vendita di tessuti, scommettono denaro e reputazione e aprono il grande magazzino Au Printemps con l'intento di vendere prodotti diversi di grande qualità e a prezzi ridottissimi. La formula si rivela vincente, riesce a fidelizzare un'ampia clientela e permette ai due imprenditori di ingrandire il negozio facendolo divenire uno dei più eleganti e rinomati di Parigi. Dal 1975 i Grandi Magazzini Au Printemps sono stati classificati come monumento storico.

GaleriesLafayette1

Subito dopo, a poche decine di metri sullo stesso Boulevard Haussmann, nel 1894, vengono inaugurate le famose Galeries Lafayette. Anche questa volta, due intraprendenti commercianti, Alphonse Kahn e suo cugino Théophile Boder, rilevano un piccolo negozio che vende di tutto al n. 1 di rue La Fayette e lo trasformano in quello che oggi è da tutti riconosciuto come il più grande, elegante e fornito grande magazzino di Parigi, le Galeries Lafayette, famoso anche per la sua spettacolare architettura che comprende una delle più belle cupole della Ville Lumière.

51117010 2092211724195283 5503541432050253824 o

Per completare il giro dei Grandi Magazzini di Parigi, un'altra grande azienda, la Samaritaine, inaugurata nel 1870 e chiusa per restauri dal 2005, sta per riaprire i battenti ed offrire al pubblico dei visitatori, oltre che le merci più disparate , anche lo spettacolo di un'architettura Art Nouveau che solo Parigi può vantare.Samaritaine1

Se tutto ciò non è la quintessenza del marketing, ditemi voi… 

Maxime

Read 764 times
Maxime - Art & Culture

Bonjour, my name is Maxime. I obtained my name because my grandmother always took me to Maxime’s in Paris for my birthday, always in the company of her best girlfriend! When I was fourteen years old, I was already enamoured with their Parisian chatter. Now, when with friends, I know everything about the art of invisible make-up and light cocktails! The Parisian really has a very distinct character: she’s surprising and interesting. And she’s so feminine! As for invitations, it a real task: each day Paris offers new exhibitions, previews and vernissages. With a Parisian, you absolutely have to be in the right place at the right time!

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

carita-orizzontale    vancleef-orizzontale
     

ORDER THE BOOK NOW

libro-rizzolilibro-rizzoli
.

Edizione Italiana

Edita da RIZZOLI, Sophie la Parigina è una guida di stile moderna su PARIGI. Illustrata dai disegni di Alessandra Ceriani, completata da un elenco degli indirizzi preferiti dalla parigina e arricchita di ricette gastronomiche.

 

English Edition

Published by RIZZOLI New York, Sophie the Parisian'sis a modern life style guide about PARIS. Illustrated with color drawings, complemented by a list of Parisians' favorite locations and enriched with gastronomic recipes.

 
By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.