Il FESTIVAL Di CANNES 2018 "colorato e romantico"…

Maggio, tempo di grande cinema con il ritorno del Festival di Cannes che, per due settimane, colorerà la Croisette con le stelle del cinema...


cannes2Ci stiamo preparando…

Il 71° Festival di Cannes si svolgerà dall’8 al 19 maggio prossimi. Ecco alcune informazioni utili da conoscere su questa nuova edizione del più importante festival cinematografico del mondo. Cannes 2018 è "colorata et romantica"… e il manifesto ufficiale con Jean-Paul Belmondo è veramente il non plus ultra !!!

 

Sappiamo tutto sulla presidente…

Cate Blanchett sarà la presidente della giuria di questo Festival di Cannes. È una habituée della manifestazione: ben sei dei suoi film, infatti, sono stati già presentati sulla Croisette, tra questi ricordiamo soprattutto Babel, Premio 2006 per la sceneggiatura, e Robin Hood, film di apertura nel 2010. Ma Cate Blanchett è anche una persona impegnata, capofila del movimento anti-molestie sessuali nato dopo l’affare Weinstein, insignita di due Oscar, uno come migliore attrice non protagonista nel 2005 per Aviator, e uno come migliore attrice nel 2014 per Blue Jasmine.

cannes3

La giuria super femminile: noi l’adoriamo…

Le attrici Kristen Stewart, americana, e la francese Léa Seydoux, i registi Robert Guédiguian, francese, e il canadese Denis Villeneuve (Sicario, Blade Runner 2049) sono tra i componenti di questa giuria a prevalenza femminile, visto che è composta da cinque donne e quattro uomini.

Gli altri illustri prescelti si chiamano Ava DuVernay, la regista americana del recente film di Disney Nelle pieghe del tempo, Chang Chen, attore taiwanese che si è fatto notare nel film The Assassin, Khadja Nin, celebre cantante del Burundi, e il russo Andrej Zvjagincev, regista di Loveless (Premio della giuria a Cannes nel 2017 e César per il miglior film straniero).

Ma c’è anche da sapere che…

La regista svizzera Ursula Meier presiederà la giuria della "Caméra d'or", che premia la migliore "opera prima", mentre lo sceneggiatore norvegese Joachim Trier sarà il presidente della giuria della "Semaine de la Critique" ("Settimana della Critica") , coadiuvato da Nahuel Perez Biscayart, da Augustin Trapenard, da Chloé Sevigny e da Eva Sangiorgi, direttrice del "Festival di Vienna".

E chi sarà, quest’anno, il Maestro di cerimonia ?

Quest’anno, il Maestro di cerimonia sarà Edouard Baer (pronuncia « bèr »). Classe 1966, Baer è un attore francese, ma al tempo stesso è anche regista, produttore, scenografo, autore di testi teatrali, presentatore radiofonico e televisivo! Quanto a Benicio del Toro, è stato nominato presidente della giuria della sezione "Un certain regard".

Per l’apertura del Festival, in programma una coppia ultra-glamour…

In apertura, verrà proiettato Everybody knows di Asghar Farhadi, con la coppia di star Javier Bardem e Penélope Cruz !!!

Gli altri film previsti…

Tra gli altri film molto attesi:
• En guerre di Stéphane Brizé con Vincent Lindon,
• Le livre d'image di Jean-Luc Godard,
• Plaire, aimer et courir vite di Christophe Honoré con Vincent Lacoste,
• Il ritorno di Spike Lee con Blackklansman
• Under the silver lake di David Robert Mitchell, il regista di It Follows.

cannes5

Fuori concorso…

• I fan potranno assistere al ritorno, sulla Croisette, di Star Wars, tredici anni dopo la presentazione de La vendetta dei Sith, con la proiezione di Solo: A Star Wars Story, secondo spin-off (film derivato) della saga, che vede come protagonista il pilota del « Millennium Falcon ».

• E per finire, 2001,Odissea nello spazio, pietra miliare del cinema di fantascienza, verrà proiettato in una versione restaurata nell’ambito di "Cannes Classics". A presentare questo capolavoro di Stanley Kubrick, sarà Christopher Nolan, il regista de Il cavaliere oscuro, di Interstellar e di Dunkirk.

Le Grand Bain, il film diretto da Gilles Lellouche, sarà presentato fuori concorso, con un cast d’eccezione: Guillaume Canet, Mathieu Amalric, Benoît Poelvoorde, Leila Bekhti... Il film sarà distribuito in Italia nella seconda metà del 2018 da "Eagle Pictures".

Trama del film Le Grand Bain:

Bertrand, un quarantenne depresso, riesce a dare finalmente un senso alla sua vita quando decide di entrare a far parte di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Per ognuno dei componenti, gli allenamenti rappresentano col tempo una valvola di sfogo e un rifugio sicuro. Insieme si sentiranno sempre più forti fino a volere intraprendere un traguardo pazzesco: la partecipazione ai campionati mondiali di nuoto sincronizzato maschile! Quindi sì, può sembrare un’idea idiota, ma questa incredibile carica li farà tornare alla  vita!

Gli altri lungometraggi…

Come tutti gli anni, saranno proiettati dei lungometraggi, che completeranno le varie selezioni del Festival. Ecco allora che nuovi filmati vanno ad aggiungersi nel Concorso, tra cui:

Un couteau dans le cœur, del francese Yann Gonzalez. Un thriller con Vanessa Paradis, che qui interpreta la parte di una produttrice di film porno a sfondo omosessuale.

•  Lars von Trier, regista che dal 2011 ha suscitato molte polemiche (per aver dichiarato una certa « simpatia » nei confronti di Hitler), vedrà proiettato "Fuori Concorso" il suo nuovo film, dal titolo The House that Jack Built: nel cast troviamo Matt Dillon e Uma Thurman.

Le sezioni parallele…

Come succede ogni anno, l’annuncio della formazione delle sezioni parallele è atteso con impazienza e curiosità dai cinefili e dai giornalisti. Tra i film di maggior rilievo proiettati durante la "Settimana della Critica":

•  Wildlife, che per la prima volta vede alla regia l’attore Paul Dano (ha recitato nei film Il petroliere, Little Miss Sunshine, Youth – La giovinezza…). Un film drammatico interpretato da Carey Mulligan e Jack Gyllenhaal, che vestono i panni di una coppia degli anni ‘60 il cui rapporto si logora sotto gli occhi del figlio adolescente (ruolo interpretato da un certo Ed Oxenbould).

• Spetterà all’umorista e attore Alex Lutz l’onore di chiudere la "Settimana della Critica", con Guy, il suo secondo film da regista (dopo Le Talent de mes amis nel 2015). Alex Lutz si è ritagliato un ruolo da protagonista, quello di un artista di varietà francese, ormai fuori dal giro, che torna in scena grazie all’uscita di un suo album di cover. Un giovane giornalista (Tom Dingler), che pensa di essere suo figlio illegittimo, lo segue nella sua tournée per realizzare un documentario.

Dalla parte della "Quinzaine des réalisateurs" …
Il programma di questa sezione parallela (la "Quindicina dei Registi") è altrettanto allettante, con l’atteso arrivo di Martin Scorsese, Gérard Depardieu, Isabelle Adjani e la proiezione di film di vari registi francesi: Marie Monge, Gaspard Noé, Pierre Salvadori, Philippe Faucon, Romain Gavras e Guillaume Nicloux.

E per chiudere il Festival…

Spazio al film "maledetto" di Terry Gilliam, "L’homme qui tua Don Quichotte".

Un angolo di Puglia a Cannes : il ristorante Mimì

Un luogo dove poter vivere un’esperienza gastronomica legata ai prodotti di una terra straordinaria, di incontri e di accoglienza, sospesa nel mare Adriatico e protesa verso Oriente, la Puglia. Una terra dove la natura è stata generosa, donando prodotti di qualità eccellente che la sapienza delle sue genti ha trasformato in piatti ricchi di colori, profumi e sapori. Da Mimì è possibile immergersi nella suggestione di questa terra, alla scoperta dei suoi saperi e sapori attraverso un percorso di degustazione che farà conoscere non soltanto la cucina tradizionale pugliese, ma anche quella più moderna e innovativa. Lo adoro !!!
84 boulevard de la Croisette Cannes +33 (0)4 93 43 54 51 www.mimirestaurantcannes.com

cannes4

Ricetta

Risotto Acquarello mantecato alla burrata di Andria, aromatizzato con capperi salentini e limone, servito con crudo di gamberi rossi di Porto Santo Spirito.


foto Antonio Del Vecchio

Brigitte - Social circles

Bonsoir, my name is Brigitte. I’m the ultimate Parisian. There isn’t a VIP evening that I miss out on. When I was 18, I hunted autographs and stole photos of stars walking the streets of Paris or in concert. Vanessa Paradis, Catherine Deneuve, Jean Dujardin... they’re all in my book. It wasn’t very difficult as my parents produced concerts and I grew up in this fascinating world. I’ve turned it into a profession since I’m a people journalist! I now set up meetings with the stars and can question them without their bodyguards getting rid of me like they did in the past. I’d love to tell you more about these so French VIPs…

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.