sophieintroHello,
I am Nathalie, the author of Sophie the Parisian's. But who is Sophie? She is a Parisian woman from head to toe. She knows Paris and its art de vivre like the back of her hand. She can talk and talk about Paris and the Parisian life and culture for hours: elegance, gastronomy, fashion, education, seduction, and personality of the so-called perfect Parisian woman.

Read more

Buongiorno,
Sono Nathalie, l'autrice di Sophie la Parigina. Ma chi è Sophie? E' una parigina dalla testa ai piedi e conosce Parigi e la sua art-de-vivre come le proprie tasche. Può comunicare e parlare per ore di Parigi, della vita e della cultura parigine, sa tutto dell’eleganza, della gastronomia, della moda, dell’educazione, della seduzione e della personalità di queste parigine da molti ritenute perfette... Attraverso questo sito e i suoi libri, Sophie svela ...

Scopri di più

Massimo Nava divide la sua vita tra Milano e Parigi e nessuno meglio di lui ci potrebbe parlare della Parigi di oggi… Editorialista del “Corriere della Sera” da Parigi, Massimo Nava è stato inviato internazionale e corrispondente di guerra e autore di numerosi saggi. Dal 2009 ci offre quasi ogni anno un magnifico romanzo. Dopo il successo di Infinito amore, la passione segreta di Napoleone, Massimo ci offre un giallo appassionante: Il mercante di quadri scomparsi, appena uscito in Francia sotto il titolo Le nu au coussin bleu. Massimo, ci potrebbe parlare della Parigi di oggi? …

A Paris, nous ne portons pas notre jeans pour faire du jardinnage, à moins que ce soit du jardinage mondain ou dans les jardins du palais de Versailles, mais plus dans un cadre « chic en ville » ou « élégant sexy”. En fait, nous portons non stop dans la Ville Lumière cette pièce maitresse de notre garde robe, du matin au soir, d’un déjeuner entre copines chez Ralph, le restaurant du couturier boulevard Saint Germain, à un vernissage dans le Marais ou sur notre bicyclette dans les rues de Paris…

Chi l’avrebbe creduto? Eh, sì… il succo di verdure e di frutta “estratto” a freddo (cioè estratto lentamente senza il calore creato dalla velocità di una centrifuga o di un classico spremifrutta elettrico) è diventato il nuovo antipasto vitaminizzato delle parigine nei locali di moda…

«Mi piacerebbe che, tra cento anni, si studiassero i miei vestiti, i miei disegni»: ecco quello che, nel 1992, diceva il grande stilista Yves Saint Laurent. Non aveva alcun dubbio che nel 2017 un museo avrebbe reso omaggio alla sua opera, proprio nel cuore della sua casa d’alta moda…

Being Parisian? It’s feeling the mad energy that makes Paris so vibrant; it’s soaking up the culture in every corner of the city; and it’s the people you meet here. Parisianness means elegance and a certain lifestyle. It means keeping your smile, despite the Parisian reputation for being so bad-tempered. It also means travelling a lot, although you would never think of living anywhere else!

Provate a guardare una mappa generale di Parigi su cui sono segnati gli arrondissements, cioè i distretti amministrativi dei vari quartieri. Si parte dal 1er arrondissement, che è proprio il cuore della città, e girandogli intorno a spirale e in senso orario si completa tutta la chiocciola fino al 20ème, il ventesimo...

From early childhood on, our parents tried to instill the importance of vegetables as they’re full of vitamins, minerals, antioxidants and help us stay slim and in shape… In short, not always very amusing. However, the Parisian is able to render things trendy and chic, even vegetables! Here’s one of my favorite recipes that my friends in Paris are fighting over right now:

Brigitte de Roquemaurel è un’autentica parigina, ha lo charme, l’intelligenza pratica e ironica e, per finire, la classe così innata delle donne che vivono nella Ville Lumière, un’eleganza natural-chic, che non cade mai nell’esagerazione. A suo parere, l’«Essere parigina» vuol dire avere carattere, personalità, femminilità e una certa dose di sensibilità…

Luxury is today a major actor in the French economy, the creator of wealth, added value and supplier of foreign currencies. However, in reality, the real force of Luxury has been to maintain against all obstacles, in the twentieth century, period of excessive automation and robotics, conservatories of craftsmanship, thereby giving priority to the individual over the group. The nobility of Luxury becomes evident to all those in contact with it, because it’s impossible to remain insensitive to the beauty of the skills of the craftsman…

Non dovete sorprendervi se a Parigi tutti vi danno del voi. Vi piacerebbe familiarizzare, entrare un po' in confidenza, provare a sciogliere il ghiaccio del primo incontro, ma non c'è verso. Più vi sforzate di dare loro del tu e più loro insistono nel darvi del voi. Difficile spiegarlo, ma è così…

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. You can change this and find out more by following this link.